Guesthouse Bed & Breakfast in the Algarve - Portugal Holidays

Warning: Missing argument 2 for wpdb::prepare(), called in /home/silvespo/public_html/wp-content/themes/welcome_inn-parent/library/tfuse_framework/functions/core.php on line 21 and defined in /home/silvespo/public_html/wp-includes/wp-db.php on line 1222

Dolci del Portogallo

Dolci “conventuali” portoghesi

Alla scoperta della ‘Doçaria conventual

 

Doçaria Conventual Portogallo

Doçaria Conventual Portogallo

Origine della ‘docaria conventual

Una delle sorprese più piacevoli in cui potrete imbattervi durante il vostro soggiorno in Algarve è l’antichissima tradizione della ‘docaria conventual’, che da sempre fa bella mostra di sé nelle vetrine delle affascinanti pasticcerie conventuali.

Feira de Portalegre de Pastelaria Conventual

Feira de Portalegre de Pastelaria Conventual

Con il termine ‘docaria conventual’ si fa riferimento alla produzione di dolci per lo più a base di uova e zucchero che ebbe origine in Portogallo a partire dal XV secolo, quando cioè lo zucchero venne introdotto per la prima volta come ingrediente comune nella preparazione dei dolci conventuali , a seguito della colonizzazione dell’isola di Madeira, dove avveniva già la coltivazione della canna da zucchero (prima infatti l’ingrediente utilizzato come dolcificante era il miele).

La pasticceria conventuale si declina in una immensa varietà di dolci, dall’aspetto e dai nomi più curiosi, diversi da regione a regione, da convento a convento, un paradiso per coloro che vogliano addentrarsi in queste delizie del palato!

Ovos Moles con dolcetti di mandorle

Ovos Moles con dolcetti di mandorle

Piccolo dizionario dei dolci conventuali dell’Algarve

La tradizione pasticcera algarviana rivela moltissimo  della dominazione araba in questo paese, basti pensare che alcuni dolcetti di mandorla qui prodotti ricordano molto alcuni tipi di dolci che possiamo trovare in Tunisia e Nord Africa.

Le leggendarie mandorle, i fichi succosi, la arance più dolci  di Silves (per qualcuno le migliori al mondo!), le alfarrobe uniche in Algarve e le morbide zucche, sono i grandi protagonisti di queste delizie.

Ecco cosa abbiamo scoperto in una piccola ‘pastelaria algarvianon distante dal nostro B&B Gato Preto de Silves...

 

 

‘Bolo de Alfarroba’: dolcetti incartati, abase di alfarroba e mandorle

 

‘Queijo de Figo’:

Queijo de Figo

Queijo de Figo

Dolcetti a base di fichi e mandorle

 

 

 

 

 

 

Olho de Santa Luzia‘, detto anche ‘Olhos de Sogra’ (Occhi di suocera): dolcetti a base di mandorle e d’uovo

 

 

 

 

 

Croquete de figo’: crocchette racchiuse in carta trasparente gialla, a base di fichi e mandorle

Quejinho de amendoa

Quejinho de amendoa


‘Queijinho de amendoa’: dolcino a base di mandorle, uova e zucchero.

 

Suspiro

Suspiro

 

 

‘Suspiro’: una meringa a base di zucchero e bianco d’uovo

 

 

 

 

 

‘Castanhas ovos’: dolcetti preparati esclusivamente con rossi d’uovo e zucchero

‘Quiejada de Alfarroba’: tortina a base di mandorle e alfarrobe

 

 

‘Bolo de Azeite e Mel’ : torta a base di olio d’oliva e miele

‘Fios de ovos’: dolce dall’aspetto particolare che ricorda i capelli d’angelo della  nostra tradizione italiana, preparati soltanto con rossi d’uovo con una cottura in una casseruola con acqua e zucchero.

‘Figura de amendoa’: dolcetti di marzapane a base di mandorle e ovos moles che riproducono i fruttini molto simili a quelli della nostra trazione siciliana.

‘Dom Rodrigo’: dolcetti molto tipici racchiusi in cartine colorate a base di ‘ovos moles’ e ‘fios de ovos’

‘Torta de Alfarroba’: caratteristica torta ‘arrotolata’ come un pan di spagna, a base di alfarroba e ‘ovos moles’ (p.s sembra una torta al cioccolato ma non lo è! È invece molto più aromatica e salutare)

Morgado de Silves

Morgado de Silves

 

‘Morgado de Silves’: torta a base di mandorle caratteristica del paesino medievale di Silves, estremamente delicata e finissima, ricoperta di glassa bianca e classiche roselline di marzapane.

 

Paozinho de amendoa

Paozinho de amendoa

 

 

Paozinho de amendoa’ : dolcetti a base di mandorle e gila.

 

 

 

 

 

‘Talhadinha’: tortine tagliate a fette, a base di mandorle, uova e gila (tipica zucca molto filamentosa e dolcissima dell’Algarve dal caratteristico colore verde e giallo della buccia)

‘Pastel de batata-doce’: caratteristico dolce di Aljezur a base di farina e patata dolce

Pastel de batata-doce

Pastel de batata-doce

 

Morgado de amendoa

Morgado de amendoa

 

 

 

‘Morgado de amendoa’: dolcetti a base di mandorle e gila

 

 

 

Carrasquinha’: docetti dall’aspetto di spume a base di zucchero e mandorle


‘Garganta de Freira’
: dolcetti a forma di involtino con ripieno di uova e mandorle di colore arancio.

Garganta de Freira

 

‘Torta de laranja’: torta soffice arrotolata come un pan di spgna, preparata con succo di arance freschissime

 

‘Pudim flan’: tipico budino casalingo preparato con latte, uova e zucchero. (N.b. Ne esistono un’infinità di varianti golosissime, ad. es. con l’aggiunta di spezie come cannella, vaniglia, limone, mandorle, miele, pistacchi,ecc…).Viene servito in stampini singoli, ma più spesso lo si dispone negli stampi che noi utilizziamo per cuocere in forno i ciambelloni e viene servito a fette.

 

 

Ricetta della Torta all’arancia: ‘Torta de laranja’

Torta all'arancia

Ricetta semplice per preparare una deliziosa torta all’arancia così come  viene tramandata nella versione portoghese.

INGREDIENTI per preparare una torta per 4 persone:

  • 8 uova;
  • 1 arancia intera non trattata;
  • 2dl di succo di arancia spremuta fresca;
  • 400 gr di zucchero semolato (può essere sostuituito con 300 gr di zucchero di canna per chi lo preferisca);
  • 2 cucchiai rasi di farina per dolci (anche maizena va benissimo)
  • zucchero a velo;
  • burro per ungere teglia
  • farina per la polverizzare la teglia

 

Preparazione:

  1. Accendere il forno a 200°C
  2. Unire le uova allo zucchero e lavorare il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo;
  3. Aggiungere all’impasto la farina (2 cucchiai), il succo d’arancia e la sua buccia grattugiata;
  4. Disporre l’impasto in una tortiera con foro al centro, avndo cura di disporre all’interno della tortiera un foglio di carta da cucina ben unto di burro e spolverato con un pò di farina e zucchero;
  5. Infornare per 20 minuti nel forno giò caldo a 200°C;
  6. Trascorsi i 20 minuti, togliere dal forno e velocemente rovesciare il tutto su un panno che umido che avrete cosparso di zucchero a velo;
  7. Una volta staccato dalla tortiera, arrotolatelo facendo pressione al centro del panno;
  8. Dopo averlo arrotolato completamente, lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente.

 

Se avrete seguito bene la ricetta e avuto un pizzico di fortuna, la torta sarà essere umida e sofficissima! Servitela a fette e gustatela con un ottimo tè verde aromatizzato alla rosa.

 

Dolci Portoghesi

Dolci Portoghesi

 

 

 

No comments yet.

ADD YOUR COMMENT